Jeep Willys MB

willys.jpg (39150 byte)

Dati generati: veicoli progettati per trasportare personale e carichi leggeri e per trainare il pezzo anticarro da 37 mm. oppure un rimorchietto a due ruote da 250 kg. Il primo autocarro di questo tipo venne prodotto dalla Bantam nel 1940, su progetto diKarl. K. Probst in base a specifiche emesse dall'U.S. Army; la produzione tuttavia si arrestò dopo 70 esemplari, modificati rispetto al prototipo. Verso la fine del 1940, in base alle stesse specifiche, anche la Willys produsse un prototipo sperimentale, conosciuto come «Quad»; dopo estese valutazioni comparative, ambedue i modelli vennero estesamente modificati, e l'esercito ne ordinò 1.500 alla Bantam e 1.500 alla Willys per ulteriori prove operative. Contemporaneamente, anche la Ford ricevette un ordine per 1.500 esemplari di un suo prototipo estesamente modificato in base ai risultati delle esperienze pratiche. Questi tre modelli modificati ricevettero le sigle di Bantam 40BRC, Willys MA e Fora GP. In seguito alle prove comparative di valutazione, il modello della Willys, che disponeva del motore più valido, fu scelto per la produzione in grande serie, con
l'introduzione di ulteriori diverse modifiche; esso entrò in produzione nel dicembre dei 1941, con la sigla Willys MB, e dagli inizi del 1942 la Ford ne iniziò la produzione su licenza, designandolo Ford GPW (Generai Purpose, Willys). La maggior parte dei 4.500 veicoli precedenti fu ceduta alla Russia e alla Gran Bretagna nel quadro degli accordi «LendLease». Di questo popolarissimo autocarro, conosciuto comunemente come «Jeep» vennero prodotti, sino alla fine della guerra, 639.245 esemplari, di cui 361.349 direttamente dalla Willys e 277.896 dalla Ford; essi vennero diffusamente usati, per un'infinità di scopi diversi, da tutti gli Eserciti Alleati. Nell'Esercito inglese e canadese, le sigle ufficiali di designazione erano «automobile a 4 ruote motrici a 5 posti»; prima della generalizzata accettazione del termine «Jeep», altri nomignoli diffusi furono «Peep» e «Blitz Buggy». Ai fini di una generale standardizzazione dei veicoli, vennero fatti diversi tentativi per adattare questi veicoli agli scopi più diversi, sia utilizzando pezzi aggiuntivi impiegabili da qualsiasi officina da campo, sia con modifiche più estese, furono realizzati ad esempio prototipi a 6 ruote motrici, semicingolati (da usare su terreni fortemente innevati) e dotati di corazzatura; ma nessuno di essi entrò in produzione di serie. Dopo la guerra, la «Jeep» è servita come prototipo di base per la produzione in tutto il mondo di molti automezzi, destinati a scopi sia civili, sia militari.

Veicolo illustrato (esempio tipico): Willys MB; autocarro da comando e ricognizione da 250 kg. a quattro ruote motrici (designazione successivamente cambiata in autocarro da impiego generale).

Dati tecnici: motore a benzina Willys "Go Devil", a 4 cilindri in linea con valvole laterali a raffreddamento ad acqua di 2.199 cc. Potenza 54 HP a 4.000 giri al minuto. Trasmissione a 3 marce avanti più retromarcia. Freni idraulici; pneumatici 6.00-16.

seguente