Sospel

Ottobre 1944


VIOLENTI SCONTRI NEL RETROTERRA NIZZARDO


Nel settore pi meridionale del fronte, nell'area di Sospel e Mentone, gli scontri tra i paracadutisti ed i Commandos della Special Service Forces con la 148 divisione tedesca sono eccezionalmente duri. Le nuove posizioni assunte dalla divisione tedesca intorno al 4 settembre ed in particolare proprio le quote intorno al Col de Braus a ovest, a Castillon, al Roc d'Orma e presso Mentone a sud, sono particolarmente contese e vengono pi volte perdute e riconquistate.Il sei settembre:
"Dopo combattimenti con forti perdite da entrambe le parti, il nemico riuscito ad effettuare uno sfondamento di dimensioni non conosciute fino alla strada Sospel - Moulinet. Un contrattacco in preparazione. Dopo aspri combattimenti il Monte Mras stato riconquistato. "
Il sette Settembre si combatte poco distante dal Monte Mras, intorno al Mont Ours, dove le compagnie della Special Service Forces riescono a guadagnare terreno e prendere Castillon. Il Grenadier-Regiment 80 che nelle disposizioni per l'avvicendamento dei reparti del 31 agosto era stato rimesso a disposizione del Generale Lieb ed era giunto ad Imperia il 4 settembre, tre giorni dopo, il 7, deve venire nuovamente trasferito al fronte ed inserito tra i reparti della 148 divisione. Il giorno seguente, riguadagnando il villaggio, ormai ridotto ad un cumulo di rovine. Il 9, dopo 4 ore di intenso fuoco di preparazione, gli alleati attaccano il Col de Braus, a ovest di Sospel, e dopo ripetuti tentativi conquistano quota 996. Gli scontri in questo settore proseguono intensi anche nei giorni successivi: l'11, il passo ricade in mano tedesca, ma come comunica il comando di Kesselring, viene nuovamente perduto l'indomani. Ormai i soldati americani hanno preso piede e per le indebolite compagnie della 148 divisione sempre pi difficile riguadagnare il terreno perduto. Il 12, sia a Col de Braus sia presso Castillon, i contrattacchi tedeschi riescono a fare scarsi progressi ed anche l'indomani i progressi sono "irrilevanti"; a sud di Castillon alcuni avamposti devono sgomberare le loro posizioni.
Dopo quasi un mese di continui combattimenti, l'esaurimento delle forze della 148 divisione evidente. Le perdite subite a partire da met agosto sono pesanti e raggiungono in certi reparti il 40%. Il 12 settembre, il Generale Walter Nagel ne dispone il ritiro da fronte ed il suo avvicendamento con la 34 divisione. L'ordine prevede il dissolvimento della Korpsabteilung Lieb e l'assunzione del comando su tutto il fronte occidentale dal confine svizzero a Imperia da parte del LXXVcorpo d'armata . Intanto i combattimenti intorno al Col de Braus non cessano. Il 14 settembre gi il Granadier - Regiment 107 della 34 divisione che respinge l'attacco di una compagnia americana contro Cime de Ventabren. Il 18 settembre, dopo alcuni giorni di relativa calma, riprendono i combattimenti:
"Dopo fuoco di preparazione dell'artiglieria durata diverse ore, il nemico ha attaccato la quota a oriente del Col de Braus ed ha respinto la guarnigione del punto d'appoggio verso la quota ad est. Il contrattacco attualmente in corso. Un avamposto a nord - est di Escarne, dopo aver respinto negli ultimi due giorni diveri attacchi appoggiati da carri armati, ripiegato sulla linea del fronte. Un attacco nemico contro Castellar stato respinto. "
La quota perduta al Col de Braus viene riconquistata nel corso della notte sul 19. Sulla Tetedel la Lavina, a sinistra del Col de Braus, la 7 compagnia del reggimento 107 che l'aveva difesa viene praticamente distrutta . I soldati tedeschi che nel contrattacco riconquistano la cima trovano negli avamposti soltanto i corpi di 6 fanti mentre, a quanto pare, il resto della compagnia scomparso. Nel settore del Grammondo , presso la Mortola, la 1 e aliquote della 2 compagnia di un battaglione di marinai a disposizione dell' Hafenkommandant di Sanremo, gettate nei combattimenti, subiscono perdite notevoli: 2 morti, 20 feriti e 11 dispersi.

Tratto dalla rivista dell'Istituto Storico Della Resistenza in Cuneo e Provincia


Fotografie dell'epoca


Sospel

Ottobre 2004

60 anniversario della Liberazione di Sospel 23/24 Ottobre 2004



Tutte le fotografie sono state scattate nelle stesse zone d'operazione e durante la commemorazione della Liberazione di Sospel.

Si ringrazia per aver fornito il materiale di questa pagina:

Detector per la documentazione e fotografie dell'epoca, Mancio, Joe T. e Jean Pierre per le altre foto della rievocazione

Ritocco fotografico e editing By Marco G.

RITORNA ALL'ALBUM