Sud Della Francia

8/9 Novembre 2008

 

Gli amici Francesi ci hanno chiamato per partecipare alle riprese di un documentario sulla battaglia dell'Authion girato sui monti Francesi 8/9 Novembre.
Abbiamo impersonato sia il BM21(Battallion de Marche con elmetto e bustina blu della "Colonial") sia il 13DBLE (Legione Straniera con il basco kaki); i tedeschi erano del II/107 GR Infanterie.
Questo e' il resoconto dettagliato.

8 Novembre

Io (Marco), Roberto e Francesco ci siamo presentati a rapporto a Bruno' e Bull alle 07.30; una volta scaricate le nostre attrezzature Cal. 30, MG 42 un mortaio da 60mm. ecc. ecc. ci siamo subito dati da  fare insieme ai ragazzi Francesi, per ripulire una vecchia trincea in cima ad una pietraia .

Intorno alle 09.00 e' stato fatto un briefing per stabilire il da farsi; subito dopo, per non sprecare luce, ci siamo portati nel punto dove avremmo effettuato le varie riprese. Queste consistevano nell'arrivo di una pattuglia del BM21 che ingaggiava uno scontro a fuoco contro una postazione di MG42  nella trincea che avevamo pulito poco prima.

Stabiliti i nostri compiti, Roberto era addetto alla radio con una BC 1000 sulla schiena, io avanzavo e morivo a causa di un'esplosione (su una bella pietraia), Francesco doveva seguirmi e mettersi in copertura al momento dell'esplosione (in mezzo a dei rovi), ci prepariamo a girare. Dapprima vengono fatte circa 5/6 prove come fosse reale e poi si gira la scena buona; il tutto condito con armi a salve ed effetti pirotecnici per le esplosioni.

Verso mezzogiorno abbiamo avuto un 'ora di pausa per il pranzo e alle 13.00 si e' ripreso di nuovo a girare altre scene. L'ambientazione è stata scelta  poco più avanti dal posto in cui abbiamo girato al mattino. Intorno alle 17.00 a causa del sole che tramontava si e' smesso di girare e ci siamo apprestati a montare le tende individuali, preparare il posto per il fuoco e andare a far legna per la notte. Alle 19.00 era già buio: meno male che la luna ci donava un po' della sua luce! Accendiamo il fuoco e cominciamo a scaldarci. Il fuoco ci permette di scaldare anche le nostre razioni che da tempo ci permettono di consumare un pasto caldo: che bella invenzione il fuoco! Alle 22.00 circa ce ne andiamo in tenda e dentro al sacco a pelo ognuno di noi  pensa a quello che ci aspetterà  domani.

9 Novembre

Francesco e Roberto si svegliano molto presto e accendono il fuoco per fare colazione; io ne approfitto ancora un po' a godermi il caldo del mio sacco a pelo;  nella notte intorno alle tende  il terreno si  e' ricoperto di brina il che dimostra che la temperatura nella notte e' scesa al di sotto dello zero. Intorno alle 07.30 il sole comincia a scaldare e la giornata appare tersa e luminosa.

Ore 08.30  al briefing ci spiegano che oggi ci saranno le riprese alla postazione tedesca, alla legione che avanza e ad un ospedale da campo allestito il giorno prima. Francesco si cambia d'abito indossando una uniforme tedesca per le riprese nella postazione dove verrà posizionata una  MG42. Roberto ed io restiamo a disposizione per la successiva avanzata e ne approfittiamo per fare qualche foto. Le riprese sulla postazione sono caratterizzate da alcune esplosioni che simulano l'attacco con mortai da parte del 1RFM (Fucilieri di Marina). Dopo le esplosioni e le raffiche di MP40 tocca nuovamente a noi; scendiamo a circa 50/60 mt dalla trincea e simuliamo un attacco di varie ondate con relativo fuoco di copertura, talmente calato nella parte sono riuscito a frantumare il vetro del mio orologio contro un masso cercando una copertura più sicura.

Ore 12.30 una veloce pausa pranzo e poi subito a girare altre scene. Ora e' il momento dell'ospedale da campo dove vengono portati i feriti : anche qui in mezzo ad esplosioni ed a raffiche di mitragliatori.

Ci stiamo avvicinando alla fine della giornata e ci resta solo il tempo per girare la scena dell'avvicendamento delle truppe al fronte.

Che dire :e' stata una bella esperienza e anche se alla fine di questi due giorni torniamo a casa con pantaloni rotti, ginocchia e mani massacrate, il pensiero che degli uomini hanno vissuto realmente quei momenti fa passare tutto in secondo piano e ci rende orgogliosi di fare in modo che questi sacrifici non siano mai dimenticati.

Marco G.Staff Sgt.
Per il comitato organizzatore M.V.C.G. Sanremo Gruppo Clemente
normandy2004@normandy.it

Le Foto

Si ringraziano delle fotografie Marco e il Forum F.F.M.