Sanremo - San Romolo - Arma di Taggia - Nei giorni 8/9/10 Giugno 2001 si è svolto il IV° Raduno di mezzi militari d'epoca. Rispetto allo scorso anno è stata aggiunta la mezza giornata del pomeriggio di venerdì 8 per snellire le operazioni di iscrizione che avrebbero portato via molto tempo nel giorno seguente denso di avvenimenti. Il raggruppamento si è svolto nel piazzale al fondo del lungomare delle Nazioni a Sanremo. Anche quest'anno si è potuto contare su una presenza di una quarantina di equipaggi provenienti da varie parti d'Italia e Oltralpe. La serata del venerdì si è conclusa con un lauto pranzo al ristorante Marinella di Sanremo.

La giornata di Sabato 9 si è aperta con l'esposizione dei mezzi sempre nel piazzale del Lungomare delle Nazioni con una nutrita partecipazione di pubblico. Verso le 11 sono stati messi in moto i motori per avviarsi incolonnati alla volta del Prato di San Romolo dopo una sfilata che ha toccato le centrale Piazza Colombo, Via Matteotti e Via Roma in direzione centro per poi salire verso San Romolo. Il tragitto non ha presentato difficoltà di sorta e puntualmente a mezzogiorno eravamo a destinazione. Con gli automezzi sistemati a bordo prato, si è consumato il pranzo suddividendo gli equipaggi nei due ristoranti del posto. Nel pomeriggio si è ripartiti alla volta di Monte Bignone a quota 1299 m. Qui un manipolo di uomini si è prestato per scattare alcune foto in atteggiamento da combattimento (nella sezione appropriata si possono vedere). In seguito si è ripartiti alla volta di Sanremo passando da Passo Ghimbegna e prendendo la vallata di Ceriana dove si potevano ancora notare i disastri provocati dall'alluvione del 2000. La serata si è conclusa con una elegante cena al Ristorante Sporting alla periferia di Sanremo.

Domenica 10 si è partiti alla volta di Arma di Taggia percorrendo l'Aurelia e passando per la darsena di Arma di Taggia proseguendo sul lungomare fino ad arrivare per una mostra statica in via Queirolo. Qui è stato offerto un aperitivo agli equipaggi. Per ora di pranzo si è partiti per le ex Caserme Revelli ospiti della Protezione Civile. Il percorso si è snodato sulla strada sterrata dell'argine del Torrente Argentina. Dopo il pranzo. un plotone di uomini al comando del Colonnello Clemente, ha presentato le armi al responsabile della protezione civile.

Al termine si è svolta la cerimonia di commiato con la consegna di oggetti ricordo a tutti i partecipanti con l'arrivederci all'anno prossimo.

Nonostante le previsioni meteorologiche avverse, sono stati tre splendidi giorni soleggiati per cui le manifestazioni si sono svolte senza problemi particolari.                                                                                      (Roberto "Gesticola")



Ricostruzione storica: La riconquista di Monte Bignone!


TORNA ALL'ALBUM