Carabina M1

Caratteristiche

Lunghezza 90 cm                          
Peso 2.3 kg (scarica) 2.6 kg (carica)
Calibro 0.30 inch (7.62 mm)
Caricatore Caricatore da 15 colpi
Velocità di uscita 580 metri al secondo
Frequenza di fuoco Solo semiautomatico


La Carabina M1 è una di quelle armi particolari che non non può essere classificata in qualsiasi categoria esistente. L'Esercito Americano riconobbe rapidamente che non sarebbe stato possibile armare tutti suoi uomini col Garand almeno fino a che la produzione non venne intensificata. Gli uomini nelle retrovie non erano prima in linea per il fucile nuovo, ma avevano comunque bisogno di qualcosa per difendersi. L'originale fucile M1903 e il fucile mitragliatore Thompson suppliscono mitragliatrice erano entrambi troppo pesanti per essere trasportati in lunghi tragitti con le munizioni da mortaio o simili, così fu cercata una nuova arma . Il risultato è stato la Carabina M1. 

La carabina sparava proiettili molto più piccoli e leggeri che il Garand, sebbene avessero lo stesso calibro (0.30). Il bossolo più piccolo permise un arma molto arma agile che fu alimentata da un caricatore amovibile capace di 15 colpi. Un caricatore più grande da 30 colpi fu presentato verso la fine della guerra. La carabina sostituì la pistola come armamento ufficiale di molti gradi di ufficiali e divenne quasi standard fra uomini che servivano le armi pesanti come mortai o pezzi d'artiglieria. 

Furono apportate molte modifiche; l'M1A1 con calcio pieghevole per truppe Aerotrasportate e l'M2 che presentava il fuoco completamente automatico e il con capacità più ampia. Questo secondo articolo arrivò solamente verso la fine del 1944 e aveva una frequenza di fuoco di 750 colpi al minuto. L'M1A1 piegato diventava 65 cm, ma era leggermente più pesante: 2.8 kg. 

La critica principale dell'M1 interessava le sue munizioni che fu spesso trovato insufficiente a fermare un uomo deciso in battaglia. Né era un'arma di saturazione a corto raggio, come il fucile mitragliatore, ed era anche sottopotenziata per uguagliare un fucile. Era estremamente popolare, ma non fu più sviluppata dopo la guerra. 

Munizioni erano portate in borse che contenevano due caricatori. Il numero di borse portate sembra variare in base alle unità, più uomini dell'Esercito avevano una mentre i Marines ne portavano due. Un totale tra 45 e 75 colpi sembra probabile con un caricatore caricato nell'arma.