Ste. Maxime 13/17 Agosto 2007

Commemorazione dello sbarco in Provenza


Come ogni anno si e' svolta a Sainte Maxime la rievocazione dello sbarco in Provenza e come da qualche anno anche Detector, Jean Pierre ed io abbiamo partecipato con le insegne della F.S.S.F. Canadese.

Già al nostro arrivo abbiamo trovato la consueta simpatia degli amici Francesi con cui eravamo in contatto per pianificare la nostra partecipazione. Veniamo accolti nella palestra (dotata di aria condizionata) della città dove dopo aver montato le brande ci ritroviamo con gli amici per fare quattro chiacchere sul programma della manifestazione; intanto prepariamo la cena. Purtroppo solo ora veniamo a sapere che e' stata organizzata una marcia notturna (nel link le foto della marcia) con arrivo al mattino nel paese di La Motte uno dei primi paesi liberati.

Al mattino carichiamo la Jeep di Jean Pierre con i vari Packboard e zaini; come armamento personale abbiamo portato varie repliche: un Bazooka, una Browning Cal. 30, un m1 e un MP40 Tedesco. Piccolo appunto per Jean Pierre: "controlla i carboncini al prossimo raduno vorremmo non spingere ad ogni fermata ........ Grazie" Marco e Francesco

Dopo aver ricevuto le disposizioni di marcia ci dirigiamo alla volta di La Motte dove incontriamo gli amici reduci dalla marcia notturna. La ricostruzione e' stata molto precisa; basti pensare che oltre ai ragazzi del 517° Paracadutisti vi erano anche alcuni prigionieri con uniformi tedesche con il classico cartellino bianco attaccato al collo con le loro generalità.

In paese incontriamo anche il Veterano Joe Cicchinelli (a sinistra nel 44 a destra oggi) del 551° Paracadutisti che oltre a partecipare alle manifestazioni presenta un libro con le sue memorie: e' veramente una persona alla mano che non si tira mai indietro a stringere una mano e a farsi fare una fotografia.

Intorno alle 10 partecipiamo a piedi ad una sfilata nelle vie cittadine fino a raggiungere un monumento in ricordo dei caduti, dopo di che si va al pranzo offerto da comune, più tardi assistiamo al lancio di paracadutisti con le bandiere degli alleati e brindiamo al rinfresco che segue.

Oggi e' la giornata della sfilata a Sainte Maxime infatti fervono i preparativi dei vari partecipanti, assistiamo alle prove di marcia di circa una trentina di Maquis (partigiani Francesi) che oggi sfilerano per la citta' insieme ai mezzi e ad altre unita alleate.

Dopo pranzo ci viene offerta la possibilità di partecipare ad una commemorazione nel paese di Plan de la Tour dove assistiamo ad una deposizione di corone per i caduti da parte del primo cittadino ed alla presenza di tutta la cittadinanza.

Il 16 e' il giorno dedicato al cimitero di Draguignan dove si svolge la cerimonia di ricordo dei caduti alla presenza dei veterani, con deposizione di corone da parte delle autorità. Terminata la cerimonia si parte con destinazione Le Muy . La sfilata nel paese viene aperta dalle Magiorettes della Repubblica Ceca (graditissime come tutti gli anni) seguite dai ragazzi del 517°, i ragazzi Inglesi, i Maquis e tutti gli automezzi. A pranzo la favolosa Paella cucinata sul posto e servita dalla pro loco del  paese. La giornata per noi finisce qua e purtroppo dobbiamo rientrare a casa per questioni di lavoro: peccato perché il comune di Le Muy offriva una serata danzante per concludere i festeggiamenti dedicati alla Liberazione.

Un ringraziamento particolare va alla signora Leconte, ai fratelli Fine e a tutti i ragazzi del 517° che ci hanno permesso di vivere insieme a loro queste giornate

Marco G. Staff Sgt.
Per il comitato organizzatore M.V.C.G. Sanremo Gruppo Clemente
normandy2004@normandy.it
www.normandy.it


Le foto di ricostruzione in BN TORNA ALL'ALBUM