Un tuffo nella Storia 2012

Passo Del Giogo

29 Giugno/1 Luglio


29 Giugno

Eccoci nuovamente al Passo del Giogo per l'8a edizione de Un Tuffo nella Storia 2012. Di buon mattino mi sono messo in auto per arrivare al Passo verso le 9.00 dove ho trovato qualcuno dell'organizzazione che cominciava l'allestimento della segnaletica e cartellonistica della manifestazione.

Ero in attesa dell'arrivo di Christian che arriva dopo circa una mezzora insieme ad Enrico. Dopo i saluti e qualche chiacchiera ci dirigiamo in zona operativa. Quest'anno per la prima volta abbandono la mia buca che per 7 anni mi ha dato riparo e ci andiamo a sistemare sottostrada a poca distanza dalla strada che porta sul Monte Altuzzo.

Il cambio di postazione è dovuto al fatto che mi sono aggregato al gruppo della Gotica Romagna di cui fanno parte anche Christian ed Enrico. Cominciamo subito a scavare la nostra posizione sull'altura sopra strada ma dal lato opposto rispetto alla vecchia buca. Il terreno non è dei più morbidi ma in 3 si fa abbastanza presto a scavare. Riempiamo i sacchi per contornare la postazione e il grosso è fatto. Nel frattempo arriva una parte del gruppo della Gotica Romagna tra cui il grande cuoco Valentino.

Diamo una mano a montare una tenda ospedale e arrivano anche Sandro, Bibbia e Gino immancabili. Arrivano anche Venerio e Mattia. Di seguito viene montata anche la doccia per la truppa che con un ingegnoso sistema con poca acqua ci si lava comodamente! Anche in campo risparmio energetico! Arriva anche Mino presidente della Gotica Romagna con un furgone carico di tutto. Infatti viene montata anche una tenda per il Cappellano Militare che guarda caso viene interpretato da Mino stesso.

Intanto arriva un discreto gruppo di rievocatori in maggioranza "Tedeschi". Arriva ora di pranzo e non essendo ancora perfettamente organizzati ci affidiamo alla pentola di Sandro che racchiude una meravigliosa Salsiccia e fagioli da urlo. Viene spazzolata via in men che non si dica. Valentino si lecca addirittura la pentola! Da leccarsi baffi!!! Grande Sandro!

Il pomeriggio passa continuando a sistemare le buche ed a montare le nuove tende. Al calare delle tenebre io mi ritiro alla casa del Giogo che quest'anno è disponibile mentre gli altri si sistemano nelle tende e nelle postazioni. Io non ho voluto rischiare visto quello che è successo lo scorso anno: "L'attacco delle formiche!" che mi ha fatto dormire due giorni in macchina non essendo disponibile la casa.


30 Giugno

Il mattino seguente di buon ora mi reco in zona operativa e trovo l'ormai famoso caffè caldo di Bibbia. Gli altri sono già all'opera e arriva il grosso dei partecipanti che si sistema nelle varie zone del teatro d'operazione. Viene nel frattempo allestita con tutta l'attrezzatura necessaria la tenda ospedale con tanto di manichino ferito. Viene anche allestito l'altare davanti alla tenda del cappellano anche qui con tutto il materiale adeguato. Arrivano nel frattempo anche Manuele, Federico e Stefano. Si sistemano a fianco della nostra postazione scavandosi una buca.

Incontriamo anche Giovannone con suo figlio Federico e passa anche a trovarci Filippo sempre molto indaffarato. Incontriamo anche Simone del Museo di Felonica con suo figliolo in abiti civili d'epoca. La mattinata passa cazzeggiando visto che la manifestazione si apre al pubblico nel pomeriggio.

Alle 16.00 si apre ufficialmente la manifestazione al pubblico alla presenza delle autorità. L'affluenza è buona e la gente si distribuisce su tutta la zona scattando foto e chiedendo ragguagli sulle divise e sulle attrezzature. Verso le 17.00 viene invitato il pubblico a scendere sulla strada liberando il campo di battaglia perché verrà simulata una battaglia tra opposte fazioni spiegata al microfono da Corso durante l'evolversi degli eventi.

Praticamente la storia è questa: In prima battuta sulla collina sopra la strada si vedono un ufficiale tedesco seguito da un gruppo di genieri e da un civile che volente o nolente esegue gli ordini dell'ufficiale facendo pura manovalanza. I genieri con l'aiuto del civile dispongono le difese sul terreno minandolo e mettendo delle trappole esplosive a difesa delle postazioni più dietro. nel frattempo una squadra di soldati tedeschi fornisce copertura ai genieri. La fase successiva è l'arrivo delle truppe tedesche che occupano le postazioni in parte ricostruite dalla Gotica Toscana nel punto esatto dove erano in origine.

La seconda parte si svolge con l'arrivo delle truppe americane che si dispongono a ridosso della collina riposandosi e consultando le carte del luogo. Viene inviata una pattuglia esplorativa in ricognizione del territorio. Dopo poco si odono degli spari e ritorna solo un uomo della pattuglia che ha avuto contatto col nemico. Spiega che il territorio è minato e ci sono trappole esplosive. Viene inviata una pattuglia sminatrice che apre la strada alla truppa. Ne segue uno scontro a fuoco che finisce con la resa e la cattura di alcuni tedeschi che vengono portati agli ufficiali alleati che attendevano nelle retrovie. Viene portato anche un ferito alleato a spalle di cui si prende cura subito il reparto medico. I prigionieri vengono perquisiti ed in seguito inviati scortati al quartier generale.

Si conclude così la simulazione con un fragoroso applauso del pubblico che ha assistito. Nel complesso è stata una buona prova da parte dei rievocatori considerando che non sono state effettuate prove.

Il pubblico torna a girare tra le postazioni e verso le 18.30 la gente comincia a sciamare e noi cominciamo a preparare per la cena. Molti approfittano della doccia. In tanto arriva anche lo zio di Christian che porta in dono una favolosa torta di mele che gusteremo il giorno dopo. Io con Christian, Enrico e Manuele decidiamo di andare a mangiar una fiorentina alla locanda del Giogo. Per quel che mi riguarda e la prassi immancabile da 8 anni! Rientrati al campo ormai è buio e c'è giusto il tempo di salutarsi e mi ritiro alla casa del Giogo e dopo una bella doccia a nanna.


1 Luglio

Il mattino seguente dopo aver smontato il materiale della notte alla casa ed averlo caricato in macchina, torno in zona operativa con l'immancabile caffè di Bibbia. Si fanno gli ultimi ritocchi alle postazioni e poi si socializza con gli altri rievocatori. La mattinata passa tra racconti di esperienze personali e di eventi passati con grandi risate. Il pomeriggio si svolge più o meno come il precedente con l'apertura al pubblico verso le 16.00 e la ripetizione della battaglia simulata con lo stesso successo del giorno precedente. Al termine dopo un piccolo riposo siamo chiamati da una specie di regista cinematografico per fare delle scene nel boschetto vicino di un assalto ad una postazione tedesca. L'intento era buono ma il risultato non so se mai lo vedremo. Di buono c'è stato che Federico rimanendo fuori dal gioco ha fatto degli scatti favolosi con la sua macchina fotografica.

Ormai è giunta l'ora di smontare il campo e tutte le attrezzature. Mamma mia quanta roba era! Certo che con tanto materiale a disposizione la ricostruzione storica viene meglio. Devo fare un immenso ringraziamento alla Gotica Romagna che mi ha accolto con grande disponibilità. In particolare devo ringraziare Mino che già lo scorso anno senza conoscerci mi chiese che potevamo organizzare qualcosa tutti insieme. Grazie Mino! Ringrazio anche il mio caro amico Christian che mi ha fatto da collegamento tra me e la Gotica Romagna durante i preparativi. Ringrazio anche la Gotica Toscana che come sempre organizza l'evento in modo impeccabile. Infine ringrazio tutti gli intervenuti che mi hanno fatto passare 3 giorni in allegria e serenità.

A ritrovarci la prossima edizione!

Roberto alias Gesticola tech 4


Le Foto

Scatti d'epoca

Il filmato della simulazione della battaglia.